La nostra identità

laboratori

A scuola con Gianfranco Zavalloni

“Il compito della scuola è fornire ai bambini gli strumenti per interpretare e valutare criticamente tutte le informazioni che il mondo offre loro. E l’altro aspetto è quello di farlo insieme, sapendo che le cose si apprendono soprattutto se si introiettano, se si fanno proprie.”

Gianfranco Zavalloni

Il nostro Istituto organizza quotidianamente il percorso dei suoi alunni. Non è un percorso facile, viene pensato e ripensato per garantire al meglio le opportunità a loro adeguate per diventare i protagonisti della nostra società. I capisaldi fondanti la nostra offerta formativa riguardano tre ambiti fondamentali per la crescita:

– l’educazione, vista come processo continuo;

– l’istruzione, in vista del proprio futuro;

– la formazione del cittadino.

L’educazione è un fatto che nasce dall’ambiente che sta attorno all’alunno, ma crea un movimento interno, promuove lo sviluppo dell’individuo, il quale segue l’esempio dell’educatore e interiorizza le regole tramandate e concordate dalla propria cultura. È quanto più efficace se viene radicata nell’animo dello studente.

La nostra scuola, come istituzione educativa, tiene conto delle esigenze dell’educando e delle esigenze della società in cui l’alunno è inserito e sarà chiamato ad operare. Pertanto la nostra proposta di educazione oltre che ad ampliare l’azione, a mirare allo sviluppo, a stimolare ad essere autenticamente se stessi, favorisce l’incontro, il rispetto dell’altro e la socializzazione L’istruzione è un trasmettere, fornisce conoscenze, informa. Diventa utile e approfondita se riesce a rispondere ai bisogni e agli interessi dell’alunno.

La scuola è una comunità nella quale il bambino prima ed il ragazzino poi, fa esperienza nello scoprire le cose e nella scoperta acquisisce i contenuti disciplinari e diventa competente nel loro utilizzo. L’alunno di fronte al sapere è un apprendista: accanto a lui ci sono figure esperte che lo accompagnano e gli forniscono l’esempio per come agire e poter diventare esperto. Gli si mettono a disposizione gli strumenti utili per lavorare da solo in maniera autonoma. “Lo scopo dell’istruzione è di sviluppare al meglio la personalità, i talenti e le capacità mentali e fisiche del bambino.

L’istruzione deve prepararlo a vivere in maniera responsabile e pacifica, in una società libera, nel rispetto dei diritti degli altri e nel rispetto dell’ambiente” (Adattamento art. 29 “Diritti dei Bambini”).

La formazione accoglie l’educazione e l’istruzione, ha bisogno di loro per arricchire la persona, non è la semplice somma delle due attività, le completa e trova nuovi traguardi da raggiungere; garantirà ai giovani gli atteggiamenti, le capacità e le conoscenze essenziali per la loro “… effettiva partecipazione all’organizzazione politica, economia e sociale del Paese”, così come prevede la Carta costituzionale.

Il nostro Istituto mira soprattutto alla formazione di atteggiamenti e di capacità, di competenze, pur impegnandosi a far acquisire le conoscenze essenziali; promuove, come sua essenziale finalità, l’acquisizione della capacità di imparare, la formazione di atteggiamenti, di motivazioni, di interessi, di disponibilità ad apprendere, ad operare, ad agire.

L’Istituto Comprensivo, composto da una scuola dell’infanzia, cinque scuole primarie e due scuole secondarie di primo grado, per un totale di 1300 studenti circa, accoglie nella sua intitolazione il nome di Gianfranco Zavalloni, maestro e Dirigente Scolastico, creativo ed ecologista, appassionato divulgatore della sua visione pedagogica, e nostro “amico”. Pertanto alcune nostre scelte educative e formative porteranno avanti l’indirizzo pedagogico della “Pedagogia della lumaca”.