Il prolungato protrarsi dell’emergenza obbliga ancora di più Scuola e famiglie a tutelare il diritto costituzionalmente garantito all’istruzione, per questo tutti i docenti sono chiamati ad organizzare le attività didattiche a distanza pianificando le giornate con orari certi che aiutino a ristabilire per quanto possibile la routine scolastica che non deve essere limitata alla trasmissione di compiti/materiali, come prescritto dalle indicazioni in oggetto:

… Le istituzioni scolastiche e i loro docenti stanno intraprendendo una varietà di iniziative, che vanno dalla mera trasmissione di materiali ( da abbandonarsi progressivamente, in quanto non assimilabile alla didattica a distanza), alla registrazione delle lezioni, all’utilizzo di piattaforme per la didattica a distanza, presso l’istituzione scolastica, presso il domicilio o altre strutture [ … ] Si consiglia comunque di evitare, soprattutto nella scuola primaria, la mera trasmissione di compiti ed esercitazioni, quando non accompagnata da una qualche forma di azione didattica o anche semplicemente di contatto a distanza.”

Gli strumenti che i docenti dovranno usare dipendono dalle situazioni contingenti delle singole classi ma potranno essere, in via indicativa:

  • registro elettronico (consente la condivisione di file con i genitori in possesso di password ed è limitato alla scuola secondaria);
  • piattaforma digitale “Weschool” (consente la creazione di “classi virtuali” – necessita di una registrazione sia da parte del docente che da parte degli studenti, con e-mail personale – e videoconferenze: i docenti possono fissare lezioni in diretta streaming con gli alunni, se lo ritengono funzionale allo sviluppo delle attività;
  • videolezioni registrate: i docenti possono registrare videolezioni, in base alla programmazione già prevista per la classe, oppure suggerire la visione di videolezioni già presenti sul web;
  • altra messaggistica (Whatsapp/mail solo per le famiglie e gli alunni che non possono usufruire delle tecnologie necessarie per le lezioni a distanza).

L’attività didattica organizzata dai docenti a distanza sostituisce a tutti gli effetti le lezioni che si sarebbero tenute in presenza.

Si sottolinea inoltre che l’azione formativa deve proseguire anche nell’ambito della valutazione degli apprendimenti come confermato dalle Indicazioni operative di cui sopra:

” … Si ricorda, peraltro, che la normativa vigente (Dpr 122/2009, D.lgs. 62/2017), al di là dei momenti formalizzati relativi agli scrutini e agli esami di Stato, lascia la dimensione docimologica ai docenti, senza istruire particolari protocolli che sono più fonte di tradizione che normativa.”.

Pur consapevoli delle difficoltà tecniche e logistiche richiediamo alle famiglie ogni sforzo possibile per aiutarci a mantenere il contatto con e tra i componenti del gruppo classe e per favorire tutte le azioni di didattica e di valutazione a distanza.

C129 -DAD Comunicazione famiglie 09.03.2020-signed (1)

Supporto alle scuole e ai genitori

https://weschool.zendesk.com/hc/en-us

 
 
 
Guide e tutorial https://weschool.zendesk.com/hc/en-us
Help desk di assistenza tecnica support@weschool.com
Community di supporto “La Scuola Continua” https://app.weschool.com/#/join/LaScuolaContinua

Cerchiamo di capire cosa succede sui cellulari, i tablet e i pc degli alunni delle scuole del nostro istituto in questi giorni di lezioni “a distanza”…

Complimenti a maestri, professori, alunni e genitori per i loro sforzi!!!!